mercoledì 17 gennaio 2007

ANCHE MORATTI!!!! DITEMI CHE NON E' VERO!!!


Secondo la Procura di Milano l’Inter, non avrebbe potuto iscriversi alla A del 2004-05 senza escamotage contabili.

Si parla di "doping amministrativo" e si fa anche il nome di Galliani.

Sarà interessante adesso vedere gli sviluppi delle indagini, ma se le accuse fossero fondate mi dispiacerebbe molto. Il mondo del calcio continua a deludere i tifosi che sono le vere vittime di questi eventuali comportamenti illeciti.

Intanto gli amici dell'Albinoleffe cominciano a sperare anche loro che gli venga attribuito uno scudetto, anche se spero che non siano solo loro gli onesti del calcio. (foto Newpress)

5 commenti:

Rubes ha detto...

Retrocedeteli in D! La banda degli "onesti"!

Davide ha detto...

Ciao Aurelio...come vedi e come sempre ho pensato, l'Inter è più sporca di tutte le altre squadre accusate...sono loro i ladroni d'Italia...spero proprio che vengano fuori le prove di queste accuse e spero che l'Inter ed il signor Moratti paghino x quello che hanno commesso...non ho mai pensato che l'Inter fosse pulita!!! e spero che paghi anche il Milan, visto che nell'indagine è coinvolta l'altra società di Milano. Pagate bastardi!!!!!!

Totò ha detto...

Io credo che fino a quando le accuse non saranno provate non sia giusto dare del ladro a qualcuno.

Credo inoltre che se fossero vere le accuse, certamente non sarebbe una scoperta, visto che da sempre si fanno questo genere di operazioni...tanto per non andare troppo indietro nel tempo, vi ricordate le operazioni di Vieri, Battistuta e Crespo; quello fu il perioo "d'oro" delle squadre di calcio.

In ogni caso è frustrante vedere come non si riesca ad uscire da questo sistema.

Forse il primo passo dovrebbe essere quello di
- ammettere che tutti in passato (e anche ora)hanno fatto sporchi traffici;
- darsi delle regole obiettive e veramente superpartes;
- smetterla con l'ipocrisia di ritenere sporchi solo quelli che vengono giudicati copevoli!...

...il povero Pantani, l'unico che ha fatto parlare bene degli italiani anche i francesi, è stato colpevolizzato e coperto di fango! Il polverone non c'è stato per pulire, ma per coprire la sporcizia presente nel mondo del ciclismo.
Sarebbe stato più giusto mettere a giudizio tutti i ciclisti e le squadre, visto che il doping in quello sport ormai è una necessità.

Aurelio ha detto...

Condivido quello che scrive totò, sia quando dice che sia giusto attendere che le accuse vengano provate (anche se i due presidenti hanno detto che daranno una spiegazione tecnica sull'accaduto, vorrei sentire quella sui 4 giovani a 3,5 ml di euro l'uno).
Penso anche io che sia tutto il sistema ad essere bacato, ma proprio per questo sarà difficile condurre indagini nei confroti di tutte le squadre, ed allora si agisce in questo modo, a spot, per essere esemplari e per spaventare chiunque in futuro voglia ancora provare a commettere azioni "strane".

totò ha detto...

Va bene Auelio...d'altronde non si può fare diversamente!!!

Però se sei dccordo che è tutto uno schifo, anche se non si può accusare qualcuno, fino a quando non viene beccato con le mani nella marmellata, allora bisogna avere il buon gusto di non tacciare quelli sgamati come gli unici sporcaccioni, corrotti e meschini del gruppo, facendo intervenire nelle trasmissioni sportive o sui giornali tutti gli altri e esaltandoli come i poveri puliti vittime dei corrotti.
A tutto c'è un limite!
Ha detto bene Buffon...quando torneremo in serie A noi potremo guardare i nostri avversari negli occhi a testa alta...gli atri non so!!!!!!!!!!!

Va bene che non si può accusare nessuno fino a quando non si hanno le prove ma almeno se sai che si fanno schifezze e dopo quello che è successo questa estate, metti delle regole che diano più equilibrio e non diano il potere nelle mani di una ristretta oligarchia. Invece quello che hanno fatto è semplicemente di sostituire gli oligarchi di prima (fastidiosi e troppo vincenti), gettando fango addosso a società e tifosi, con un altro gruppo di zozzoni diventati più furbi dei primi!

Google